Servizi

Galattografia

La Galattografia può essere eseguita in caso di secrezione sospetta dal capezzolo, per scoprirne l’eventuale causa e la sua sede nel sistema duttale.

La Galattografia è una metodica radiologica che permette la visualizzazione dell’albero galattoforico della mammella mediante iniezione di mezzo di contrasto radiopaco nei dotti galattofori e successiva esecuzione delle radiografie. Serve a studiare i dotti della ghiandola mammaria attraverso i quali, durante l’allattamento, fuoriesce il latte.
La procedura si divide in due fasi: l’introduzione di mezzo di contrasto nei dotti galattofori e l’esecuzione delle radiografie. Dopo aver introdotto una piccola cannula nel sistema duttale attraverso l’orificio individuato, si inietta una piccola quantità di mezzo di contrasto. A questo punto si eseguono delle radiografie.



Preparazione alla Galattografia

La Galattografia prevede l’utilizzo di un mezzo di contrasto organoiodato nel canale del latte, quello da cui fuoriesce la secrezione sospetta che ha spinto il medico a richiedere l’esame. Per questo è bene segnalare eventuali allergie a farmaci o ad altre sostanze. Il paziente dovrà anche portare le ultime mammografie, o ecografie, e il risultato dell’esame citologico sulla secrezione. Talvolta, quando il canale del latte non è dilatato l’introduzione del sottilissimo ago utilizzato per iniettare il mezzo di contrasto può comportare tempi lunghi e senso di fastidio. Di rado si può creare una piccola lesione con fuoriuscita del materiale iniettato dal capezzolo. In questo caso l’esame sarà sospeso.

Poli

La Galattografia viene effettuata presso i seguenti centri: